Home » Blog » Come pagare con lo smartphone

Come pagare con lo smartphone

pagamenti-con-smartphone

Il pagamento tramite smartphone è diventato un’abitudine consolidata in moltissimi Paesi del mondo. Negli Stati Uniti e in Asia è ormai una pratica consilidata, mentre in Europa a guidare la corsa all’innovazione sono paesi del Nord estremo come Danimarca, Svezia e Finlandia.

Anche se più lentamente degli altri cittadini europei, però, gli italiani si stanno abituando alla comodità e alla sicurezza del pagamento tramite smartphone. Complice di questo miglioramento anche la nascita di diverse applicazioni per pagamenti tramite telefono: ormai la maggior parte degli smartphone riesce agevolmente ad avere accesso a questo tipo di servizi.

Funzionamento generale delle App

Come appena accennato, esistono molte app per il pagamento digitale tramite telefono, ma dal punto di vista dell’utente hanno più o meno tutte lo stesso funzionamento.

Innanzitutto è necessario disporre di un sistema operativo abbastanza recente da supportare la app in questione; in secondo luogo è necessario avere accesso a un conto corrente bancario che consente il collegamento a una app per il pagamento da smartphone.

A prescindere dal tipo di App che si intende utilizzare e dal collegamento con un qualsiasi circuito bancario, il funzionamento lato utente del pagamento tramite smartphone è sempre identico.

pagamenti

Dopo aver scaricato la App sul proprio device è necessario autenticarsi creando un profilo e inserire tutti i dati necessari ad accedere al proprio conto bancario. A questo punto la App è pronta a trasformare lo smartphone in una vera e propria carta di credito contactless.

Al momento del pagamento, infatti, il telefono andrà utilizzato esattamente come una qualsiasi carta fisica. Basterà accendere lo schermo e avvicinare il telefono al POS. Per questioni si sicurezza in determinati casi (cioè quando i pagamenti superano un determinato importo) diventa necessario sbloccare il telefono per autorizzare la transazione.

Invece di digitare il PIN della propria carta sul tastierino del POS basterà sbloccare il telefono con il metodo preferito: contatto con l’impronta digitale, composizione di un codice numerico o di un percorso grafico.

Le migliori App per pagare con lo smartphone

  • Apple Pay e Google Pay

è la App per i pagamenti digitali da mobile sviluppata per i dispositivi iOS. Questa app si appoggia al Wallet, un portafogli virtuale a cui è possibile aggiungere più carte attraverso un semplice inserimento dati.

La App dialoga con carte del circuito MasterCard, Maestro, Visa, UniCredit, Intesa Sanpaolo, Hype e molti altri.

Google Pay è diffuso quanto Apple Pay ed è abilitato praticamente dagli stessi circuiti bancari. Dopo aver scaricato la App è necessario loggare con il proprio account Google e i propri dati bancari. Google si farà garante della protezione dei dati del proprio utente, e non renderà necessaria la loro cessione a terzi, com’è invece necessario quando si scaricano e si attivano altre App per i pagamenti da mobile.

  • Satispay

Si tratta di una App gratuita sviluppata in Italia ed è una delle migliori applicazioni in assoluto per pagare via telefono. Specifica per i micropagamenti, viene spesso paragonata a una sorta di “whatsapp dei pagamenti”, dal momento che si può letteralmente inviare denaro tramite un messaggio alla propria lista di contatti, che naturalmente possono comprendere amici, parenti e negozi di fiducia che utilizzano questo sistema di pagamento.

Come ulteriore sistema di sicurezza, questa App non utilizza il PIN del telefono: il pagamento va autorizzato attraverso la digitazione di un PIN specifico per l’applicazione che va creato al momento del primo accesso. Il servizio è gratuito fino a 10 € e richiede il pagamento di 20 centesimi di commissione per transazioni di valore superiore.

Con il sistema cashback è possibile “recuperare” parte della spesa tramite il rimborso immediato.

  • PayPal

In genere questo sistema di pagamento si utilizza per transazioni on line, ma è possibile utilizzarlo anche tramite smartphone scaricando la App Vodafone Wallet (su dispositivo Android con SIM NFC). Anche in questo caso sarà richiesta la creazione di un PIN specifico da utilizzare per autorizzare alcune transazioni, nello specifico superiori a 25 €. Per effettuare il pagamento non è nemmeno necessario aprire la App, basta avvicinare il telefono al POS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.