Home » Blog » Come pagare multe e tasse online

Come pagare multe e tasse online

multe-e-tasse-online

Pagare multe o tasse non è mai un piacere, ma per necessità e per comodità da poco è possibile pagare multe e tasse online. Con questo articolo abbiamo voluto fornire una guida utile per capire come pagare online multe e tasse. Continua la lettura e scopri di più.

A decorrere dal 1° marzo 2021, è obbligatorio disporre di Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta elettronica digitale rilasciata dal Comune) o CNS (Carta nazionale dei servizi). Multe, bollette e tasse si possono pagare online accedendo al servizio PagoPA.

Per il nuovo sistema di pagamento digitale della PA, non esistono alternative di pagamento se non si è muniti di Spid, CIE o CNS. E’ necessario adeguarsi alle nuove regole: sarà una transizione graduale ma necessaria.

Le vecchie credenziali di accesso (PIN e password) sono destinate a decadere: resteranno valide fino al 30 settembre 2021.

Quali sono i vantaggi di PagoPA e cosa cambia per i cittadini?

Come pagare multe e tasse online: il servizio PagoPa

Con la piattaforma di pagamento PagoPA, i cittadini potranno pagare online multe, bollette e tasse e mantenere una comunicazione diretta e semplificata con la Pubblica Amministrazione attraverso un canale unico nazionale. Le tecnologia fa passi da gigante, corre veloce e anche la pubblica amministrazione ha deciso di adeguarsi. Questa innovazione è dovuta anche al fatto che cittadini si stanno abituando ai pagamenti digitali, ad esempio servizi come il pagamento contactless con carte e bancomat e pagamenti con lo smartphone sono ormai all’ordine del giorno.

servizio pagopa

Questo sistema digitale innovativo presenta diversi vantaggi per chi ha dimestichezza con la tecnologia. Sarà complicato per gli anziani poco avvezzi alle innovazioni digitali. Potrebbero rischiare di pagare in ritardo la Tari proprio per le difficoltà di accedere al servizio PagoPA. Per evitare questo rischio, dovranno presentare il modello F24 recandosi in banca o presso un ufficio postale. Le alternative a PagoPA restano, infatti, la delega unica F24, il pagamento Sepa oppure i pagamenti diretti presso il servizio di tesoreria o di cassa dell’ente pubblico.

Chi, invece, ha la possibilità di autenticarsi accedendo ai servizi online con Spid, CIE o CNS, potrà pagare comodamente online.

E’ in corso una fase di sviluppo e innovazione digitale degli uffici pubblici e dei gestori dei servizi pubblici nonché delle società controllate dallo Stato o da enti pubblici. L’intero sistema della pubblica amministrazione è integrato con la piattaforma PagoPA.

Riguardo ai PSP (prestatori di servizi di pagamento), questi hanno l’obbligo di usare PagoPA soltanto per i pagamenti agli enti pubblici. Tramite l’appIO, i cittadini possono accedere a tutti i servizi digitali pubblici.

Per abituarsi gradualmente al nuovo sistema, le vecchie credenziali (PIN e password) in possesso potranno essere utilizzate fino al 30 settembre 2021. Le pubbliche amministrazioni non rilasciano più nuovi PIN per accedere ai servizi online.

Cosa si può pagare con PagoPA, vantaggi

servizio-pagopa

L’obiettivo del Governo è spingere i cittadini ad abbandonare l’uso del contante a favore dei pagamenti digitali.

I vantaggi di PagoPA sono diversi:

  • gestione più agevole per i pubblici servizi;
  • maggiore comodità e risparmio di tempo per i cittadini che usano Internet e smartphone;
  • procedure semplificate e meno burocratizzate;
  • possibilità per il cittadino di non allegare copia di un documento visto che lo Spid e la CIE hanno lo stesso valore legale di un qualunque documento di identità.

Tramite il servizio online PagoPA si potranno pagare:

  • tasse;
  • tributi;
  • bollette di utenze;
  • rette scolastiche e universitarie;
  • quote associative;
  • bolli;
  • qualsiasi altro pagamento verso la PA, ASL, scuole e università, aziende a partecipazione pubblica.

In alternativa a PagoPA, restano attive le modalità di pagamento multe, tasse e bollette presso sportelli ATM abilitati, sportelli bancari e postali, punti vendita SISAL, Lottomatica e Banca 5.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.